www.meteofunghi.it

Alnus cordata    (Loisel.) Desf.    -    Famiglia delle Betulaceae

L'Ontano napoletano è un albero molto vigoroso ed elegante; per la chioma conica con fitte ramificazioni, ricorda la forma di un pero. Può raggiungere i 20 m di altezza.
Si distingue dalle altre specie di ontano per le foglie ovali appuntite e per le infruttescenze più lunghe.

La corteccia è liscia e grigiastra, con lenticelle e brevi fenditure verticali più evidenti negli esemplari adulti.

Le foglie, semplici e alterne, con base leggermente cordata ed apice acuto, sono verdi e lucenti, finemente seghettate e pubescenti sulla pagina inferiore all'ascella delle nervature e presentano 5-6 paia di nervature.

Gli amenti maschili penduli, lunghi da 7,5 a 10 cm, liberano il polline a marzo, quando compaiono i piccoli amenti femminili rossastri.
Le infruttescenze, a forma di cono, sono lunghe 2-3 cm.

È una specie endemica dell'Italia meridionale dove cresce dalla pianura fino a 1.300 m, in macchie dense e su suoli umidi, anche se alligna bene su suoli asciutti.

Essendo assai rustico, viene ampiamente utilizzato nei rimboschimenti in tutto l'Appennino.
Viene utilizzato anche per ombreggiare parchi e strade, trattandosi di un albero a rapido accrescimento, alto ed a chioma compatta.
Grazie all'alta concentrazione di tannino e di altri composti chimici, il legno degli ontani è resistente e durevole anche sott'acqua.

banner meteofunghi