www.meteofunghi.it

Althaea officinalis    L.    -    Famiglia delle Malvaceae

È una pianta erbacea perenne, tomentoso-grigiastra per la densa copertura di peli ramificati (peli stellati), con radice carnosa, giallastra esternamente. Piuttosto alta (può superare il metro e mezzo di altezza) ha portamento solitamente cespitoso, con numerosi fusti semplici o più o meno ramificati, eretti.
Le foglie dell'altea, dotate di corto picciolo con stipole, sono alterne, palminervie, coperte da peli folti e morbidi sulle due facce; le inferiori sono ovato-cordate o sub-orbicolari, quasi intere o trilobe, le centrali intere o palmato-lobate, ovato-acuminate o triangolari, acute, a margine crenato (4-7 x 6-10 cm), spesso un po’ plicate, quelle superiori lanceolate (1-2 x 5-8 cm).
I fiori, con diametro massimo di 3 cm, abbastanza simili a quelli della malva comune (Malva sylvestris), si sviluppano nella tarda primavera e nella stagione estiva su brevi peduncoli, inseriti in numero di uno-cinque all'ascella delle foglie superiori. Hanno 5 petali obovati lunghi 2-3 volte il calice, bianco rosei o roseo violetti, antere rosso-porpora o violette, 5 sepali ovali, acuti e ripiegati sui frutti (schizocarpi) e segmenti dell’epicalice lineari-lanceolati.
I frutti, raccolti a ciambella attorno alla base degli stili, contengono una ventina di semi (mericarpi) reniformi, un po’ rugosi, appiattito-trigoni, bruni, più o meno densamente pubescenti per peli stellati, soprattutto sul dorso.
Vegeta negli ambienti umidi, anche salmastri. Non è presente nella Valle d'Aosta.
Il nome del genere deriva probabilmente dal greco althaín = curare; l'altea, infatti, è una pianta officinale utilizzata soprattutto dalla medicina tradizionale per il trattamento delle infiammazioni.
Dalla radice dell'A. officinalis si estraeva il succo che era l'ingrediente principale dei marshmallow, consumati principalmente negli Stati Uniti.

banner meteofunghi