www.meteofunghi.it

Anemone hortensis    L.    -    Famiglia delle Ranunculaceae

Piccola pianta erbacea perenne, A. hortensis è dotata di un piccolo tubero legnoso più o meno allungato (lungo fino a 5 cm), bruno-nerastro. Ha un esile scapo fiorifero lungo fino a 30 cm, dapprima incurvato, eretto alla fioritura, spesso arrossato, densamente pubescente per pelosità perlopiù eretta ed appressata allo stelo, con foglie disposte in un unico verticillo di 3; le restanti foglie sono tutte basali. Le parti aeree della pianta si disseccano durante l'estate; la ripresa vegetativa avviene in autunno. 

Le foglie hanno margine variamente ciliato e sono dotate quasi sempre di un mucrone all'apice di ciascuna divisione. Quelle basali, con picciolo lungo fino a 10 cm, spesso arrossato, hanno lamina palmatosetta, divisa in 3-5 segmenti, di cui i due laterali con due profondi lobi, a loro volta divisi in 2-3 lobi o lacinie; il segmento centrale è a 3 lobi interi o 2-3 forcati. Le cauline, sessili, formanti un unico verticillo sotto il fiore, sono ellittico-lanceolate, ovato-lanceolate o sub-lineari.

La fioritura avviene tra la metà dell'inverno e la fine della primavera. I fiori, profumati, solitari all'apice dello scapo, sono costituiti da numerosi sepali petaloidi (12-20) ellittico-lanceolati, generalmente violaceo-chiari o rosa-azzurro, talvolta bianchi, sempre con venature scure ben evidenti, con numerosi pistilli e stami azzurro-violetti.
Il gineceo, formato da numerosi carpelli liberi e indipendenti, genera un frutto (poliachenio) formato da acheni oblungo-ovoidali lanosi, con lungo rostro apicale.

Cresce in prati asciutti, radure boschive, oliveti, fino a 1.200 m, prevalentemente in ambiente mediterraneo. Nel Nord Italia è presente soltanto nell'Emilia-Romagna, nella Liguria ed in alcune località del Veneto.

È una pianta tossica.

banner meteofunghi