www.meteofunghi.it

Centaurium erythraea    Rafn.    -    Famiglia delle Gentianaceae

Centaurium erythraea ("centaurea minore") è una pianta erbacea annuale o bienne, alta fino a 50 cm, con radice fittonante e fusto eretto, tetragono, ramificato superiormente.

Ha una rosetta di foglie basali oblanceolate, con breve picciolo, caduche alla fioritura.
Le foglie cauline, più piccole e sessili, sono strette ed acute.

Fiorisce da maggio a settembre.
I fiori, sessili o quasi, con una corolla di colore rosa più o meno intenso (talvolta bianca), sono riuniti in corimbi terminali appiattiti, con foglie ridotte a minuscole brattee che avvolgono la base dei fiori.
Hanno 5 sepali e 5 petali (raramente 4), uno stilo con due stigmi caduchi e 5 stami con antere gialle che assumono forma spiralata dopo il rilascio del polline.
Il tubo corollino si estende al disopra dei sepali che sono lungamente dentati e lesiniformi.
I petali, lunghi circa 5 mm, sono ovali, con apice appuntito.
I fiori si chiudono intorno al mezzogiorno o quando il cielo si rannuvola.

Il frutto è una capsula sub-cilindrica con 2 logge, lunga circa 1 cm, più lunga dei sepali e, quindi, chiaramente visibile; si apre in due valve liberando i semi che sono piuttosto piccoli e scuri, con un rilievo a rete.

Presente in tutte le regioni italiane, vive nelle radure dei boschi, in prati aridi e terreni sabbiosi, fino a 1500 m s.l.m.

È una pianta officinale.

banner meteofunghi