www.meteofunghi.it

Cephalanthera longifolia    (L.) Fritsch    -    Famiglia delle Orchidaceae

Il Genere Cephalanthera comprende orchidee rizomatose con radici sottili e fibrose, fusto eretto e con pochi fiori, foglie esclusivamente cauline, fiori che non si aprono completamente e con sepalo mediano e petali conniventi, labello diviso in ipochilo concavo alla base ed epichilo con piccole creste, ovario ovale, allungato e privo di peduncolo.
I fiori, privi di nettare, riescono ad attirare gli imenotteri impollinatori grazie alle creste gialle presenti sul labello che imitano degli stami ricchi di polline.

C. longifolia è simile a C. damasonium
(Miller) che ha foglie più larghe e più corte (non raggiungono i fiori) e fiori giallo chiaro.

È dotata di fusto slanciato, sinuoso, alto fino a 50 cm, foglioso fin sotto l'infiorescenza e ricoperto alla base da scaglie (guaine fogliari).

Ha 6-10 foglie cauline, opposte sullo stesso piano, ma su nodi conseguenti, quasi tutte lineari-lanceolate e acute (ellittiche soltanto una o due foglie inferiori), dotate di nevature parallele (fino a 9);  lunghe fino a 16 cm, le foglie superiori raggiungono l'infiorescenza, le foglie inferiori sono lunghe fino a 7 cm.

Tra la tarda primavera e l'inizio dell'estate, all'apice del fusto, produce un'inflorescenza sotto forma di spiga lassa di fiori (in genere 10-20) di colore bianco puro.
I fiori, semichiusi, hanno tepali esterni lanceolati con apice acuto, tepali interni più corti di quelli esterni e conniventi, labello concavo alla base e più corto dei tepali, epichilo cordiforme dotato di 4-7 creste giallo-arancio, ovario sessile e ritorto, brattee fiorali piccole (le superiori più corte dell'ovario) e di tipo fogliaceo.

Il frutto di questa orchidea è una capsula eretta, che a maturità si apre in più fenditure (deiescente) a 3 valve, liberando numerosi, piccoli semi.

Presente in tutte le regioni italiane, vive sulle dune costiere, al margine dei boschi, in boschi radi e prati aridi, fino a 1500 m s.l.m.

banner meteofunghi