www.meteofunghi.it

Chelidonium majus    L.    -    Famiglia delle Papaveraceae

È una pianta erbacea perenne, cespitosa, alta fino a 80 cm, a fusto ramificato, con peli sparsi e nodi ingrossati, dotata di rizoma cilindrico ramificato.

Dai suoi fragili rametti spezzati viene emesso un latice giallo-arancio (caustico) che, esposto all'aria, si ossida rapidamente scurendo.

Ha foglie radicali lungamente picciolate, imparipennate, lobate in 5 segmenti, alterne, color verde-bluastro, più chiare o grigie nella pagina inferiore; foglie cauline sessili e brevemente picciolate, alterne, a 2 o 3 lobi ovali dentati con estremità arrotondata.

In aprile-maggio produce fiori in ombrelle terminali o solitari all'ascella fogliare.
I fiori, lungamente peduncolati, hanno calice composto da due sepali caduchi, corolla con 4 petali ovali gialli, una ventina di stami, ovario supero.

Il frutto allungato dell'"erba dei porri" (C. majus) è una capsula verde con sembianze di siliqua, contenente numerosi semi neri.

È comune in tutte le regioni italiane, fino a 1200 m s.l.m.,  nei boschi, negli incolti, su vecchi muri, nei giardini, nelle aiuole.

È una pianta officinale, tossica. Era utilizzata nel trattamento delle verruche.

banner meteofunghi