www.meteofunghi.it

Cistus salviifolius    L.    -    Famiglia delle Cistaceae

Cistus salviifolius ("cisto femmina") è un piccolo arbusto (alto fino a 60 cm), perenne e sempreverde, prostrato o eretto, con fusto tomentoso, lignificato alla base, molto ramificato.

Ha foglie opposte, picciolate (con picciolo corto e cilindrico), verde chiaro, tomentose soprattutto sulla pagina inferiore, penninervie o rugoso-reticolate, ovali o ellittiche (lunghe fino a 3 cm), in genere arrotondate all'apice.

I fiori, solitari (raramente appaiati) e lungamente peduncolati di questo cisto, sono a simmetria raggiata, con diametro di 4-5 cm e compaiono in aprile-maggio all'ascella delle foglie. Hanno un corolla composta da 5 petali liberi, cuoriformi, bianchi con sfumatura gialla alla base, calice persistente con 5 sepali ovali-cuoriformi e pubescenti (i 3 esterni più grandi dei 2 interni), numerosi stami disuguali con brevi filamenti ed antere gialle, stilo molto corto, ovario supero.

Fruttifica all'inizio dell'estate. Il frutto è una capsula pentagonale deiscente, bruno scura, un po' tomentosa, tronca alla sommità, contenente numerosi semi globosi brunicci.

Presente in tutte le regioni italiane, ad esclusione della Valle d'Aosta e del Trentino A.A., fino a 1200 m s.l.m., è più comune in ambiente mediterraneo. Vive nelle garighe, in boschi radi, al margine dei boschi.
Colonizza rapidamente boschi e garighe attraversati dal fuoco.

banner meteofunghi