www.meteofunghi.it

Dianthus barbatus    L.    -    Famiglia delle Caryophyllaceae

Il "garofano montano" (Dianthus barbatus) è una pianta erbacea perenne, alta fino a 50 cm, con fusto eretto, non ramificato, ingrossato ai nodi, in alto un po' quadrangolare e talvolta arrossato, pressoché cilindrico e verde grigiastro altrove.

Ha foglie inguainanti il fusto (soprattuttto le inferiori), cigliate, lanceolato-acute, lunghe fino a 10 cm.

Da aprile ad agosto questo elegante garofano selvatico produce infiorescenze in glomeruli terminali appiattiti costituiti da alcuni fiori (talvolta numerosi) profumati e da brattee erbacee.
I fiori sono formati da:
una corolla con diametro di 1,5 cm, a petali obcuneati, vellutati, rosso carminio, talvolta finemente punteggiati di bianco, frangiati-erosi al margine;
un calice cilindrico, con denti acuminati, arrossato nella parte superiore;
un epicalice, avvolgente la base del calice, formato da 5 squame lanceolate munite di lunghe reste lesiniformi che possono superare il calice.

Il frutto del D. barbatus è una capsula cilindrica deiscente con 4 denti apicali, contenente numerosi, piccoli semi brunastri.

Presente al Centro Nord (ad esclusione della Valle d'Aosta, dell'Emilia-Romagna, dell'Umbria e della Toscana), in Campania e Lucania, vive nei prati e cespuglieti dalle quote collinari fino a 2200 m s.l.m.

Varietà ibride sono utilizzate nel mercato dei fiori recisi o commercializzate come piante ornamentali.

banner meteofunghi