www.meteofunghi.it

Digitalis lutea subsp. australis    (Ten.) Arcang.    -    Famiglia delle Plantaginaceae

È una pianta erbacea perenne, alta fino a 90 cm, con rizoma orizzontale legnoso quasi nero e fusto cilindrico, glabro, foglioso, spesso arrossato.

Le foglie, alterne, sono a lamina acuminata e lievemente dentellata; le basali, lunghe 15-20 cm, oblanceolato-spatolate e progressivamente ristrette nel picciolo, le cauline sessili, lanceolate, con margine lievemente cigliato e progressivamente più piccole verso l'alto.

I fiori, raccolti in un racemo fiorale terminale molto allungato, appuntito e prevalentemente unilaterale, sono dotati di un picciolo incurvato, lungo 3-5 mm, collocato all'ascella di brattee lineari acute, sporgenti dall'infiorescenza.
La corolla, tubulosa, lunga 8-15 mm, con fauce larga circa 5 mm, è di colore giallo crema chiaro; i lobi laterali, piccoli e diritti, hanno macule brunicce, il lobo del labbro superiore è bilobo, quello inferiore, obovato, è ornato di striature rossicce e provvisto di corti peli.
Il calice è completamente diviso in lacinie lineari-lanceolate molto più larghe alla base, che si sovrappongono con i loro margini.
Fiorisce nei mesi di giugno e luglio.

Il frutto è una capsula globosa bruscamente acuminata all'apice.

Cresce nei pascoli e nelle radure dei boschi (soprattutto di faggio) appenninici, dall'Emilia-Romagna alla Calabria, da 300 a 1800 m s.l.m.

È una pianta velenosa.

banner meteofunghi