www.meteofunghi.it

Emerus major    Mill.    -    Famiglia delle Fabaceae

Emerus major ("cornetta dondolina") è un arbusto a foglie decidue, alto fino a 2 m, con fusti legnosi grigi e rami verdi flessibili ed angolosi.
Ha peli sparsi sui giovani getti, sui peduncoli fiorali e sui calici.

Le foglie, alterne e picciolate, di questo frutice sono imparipennate, con 4-9 segmenti fogliari obovati lunghi 1-2 cm, pubescenti nella pagina inferiore; sono dotate, alla base, di minute stipole libere, rossastre, di forma triangolare.

Fiorisce da aprile (talvolta da gennaio) a giugno, a volte anche in autunno.
I fiori, inodori, generalmente numerosi ed incurvati, hanno una corolla gialla con vessillo ovato, troncato alla base, lungo 14-22 mm ed unghia lunga 2-3 volte il calice; la carena è molto più corta delle ali.
Il calice, spesso con sfumature rossicce, ha denti brevi e ciliati.

I frutti, provvisti di rostro apicale, sono costituiti da legumi penduli suddivisi in diverse logge, diritti, piuttosto lunghi (fino ad 11 cm), più o meno cilindrici o con strozzature arrossate tra le logge.
Contengono piccoli semi, neri o rossicci, che maturano in autunno.

Presente in tutte le regioni italiane, vive nei boschi radi, al margine dei boschi, nei cespuglieti e negli incolti, generalmente su suoli calcarei, fino a 1600 m s.l.m.

È una pianta officinale.
Tossica per l'uomo, è appetita dagli animali erbivori.
La "cornetta dondolina" arricchisce il suolo di azoto grazie ai batteri azoto-fissatori che vivono in simbiosi con le sue radici.

banner meteofunghi