www.meteofunghi.it

Epilobium alsinifolium    Vill.    -    Famiglia delle Onagraceae

 È una piccola pianta erbacea perenne, dotata di lungo rizoma con gibbosità e di fusti arrossati, ascendenti (lunghi fino a 25 cm e con sezione di circa 1,5 mm di diametro), più o meno flessuosi, generalmente semplici (talvolta ramificati), di norma con due sottili nervature longitudinali pubescenti.

Ha foglie sessili o appena picciolate (picciolo lungo fino a 3 mm), opposte, verde intenso, lucide, con marcata nervatura secondaria;  le inferiori ovate (lunghe fino a 20 mm, larghe fino a 15 mm), le cauline lanceolate acuminate (lunghe fino a 25 mm, larghe fino ad 8 mm) ed a margine leggermente dentato (6-10 piccoli denti).

Le infiorescenze dell'E. alsinifolium compaiono in luglio-agosto; sono ripiegate verso il basso e pauciflore, con 2-5 fiori pedicellati (pedicelli lunghi fino a 6 mm, in fruttificazione fino a 15 mm), rivolti dallo stesso lato.
I fiori hanno:
corolla profondamente divisa in petali dentellati, lunghi fino a 15 mm (più lunghi del calice), di colore rosa, rosa lilla, in genere densamente ghiandolosi da giovani;
calice con sepali lunghi fino a 6 mm, spesso arrossati;
4 stigmi claviformi indivisi.

I frutti di questo epilobio sono capsule lunghe fino a 6 cm, pelose a maturità, contenenti semi oblungo-ovoidali.

Presente nelle regioni del Centro-Nord (fatta eccezione per l'Umbria ed il Molise), cresce lungo corsi d'acqua, sorgenti e paludi montane, occasionalmente nelle radure dei boschi umidi, da 800 a 2500 m s.l.m.; predilige suoli acidi o neutri.

banner meteofunghi