www.meteofunghi.it

Galeopsis speciosa    Mill.    -    Famiglia delle Lamiaceae

È una piccola pianta erbacea annuale, alta fino a 40 cm, con radice a fittone e fusto ascendente (talvolta eretto-ginocchiato), raramente ramoso nella porzione superiore, a sezione tetragona con facce concave, ricoperto di peli rigidi appressati e setole patenti e provvisto di rigonfiamenti acquosi ruvidi agli internodi.

Ha foglie con picciolo di circa 2 cm, opposte, ovato-lanceolate a base cuneata o arrotondata ed apice acuminato (larghe circa 2,5 cm e lunghe circa 6 cm), con 7-9 denti per lato sul margine e ghiandole brillanti sulla pagina inferiore.

Tra giugno e settembre sviluppa infiorescenze a verticillastri di 4-10 fiori collocati all'ascella di brattee fogliose. I fiori hanno:
un calice a sepali saldati tra di loro (gamosepalo), strettamente campanulato, con tubo di circa 7,5 mm e 5 denti spinosi (lunghi circa 4,5 mm), sparsamente pelosi nella parte superiore e sulle nervature;
una corolla (lunga fino a 3,5 cm) di forma tubolare, irregolare a simmetria bilaterale (zigomorfa), con petali saldati tra di loro (corolla gamopetala) nella forma tipicamente bilabiata della famiglia d'appartenenza. Il labbro superiore, a forma di elmo (talvolta a margine denticolato), è disseminato esternamente di peli ghiandolari e peli setolosi (più lunghi); il labbro inferiore, trilobo, ha il lobo centrale di forma trapezoidale e bilobo, con macchia violacea, i lobi laterali, più piccoli, sono biancastri. La fauce è gialla, con piccole macchie  violacee;
4 stami didinami (due corti e due lunghi), collocati sotto il labbro superiore e sporgenti dalla corolla, con antere biloculari;
ovario supero;
stilo, inserito alla base dell'ovario, a stigma bifido.

Il frutto, marrone, della G. speciosa è un tetrachenio contenente piccolissimi semi scuri.

Molto comune sulle Alpi Orientali, è presente anche nel resto del Nord Italia (con l'eccezione della Valle d'Aosta) ed in alcune località toscane, umbre ed abruzzesi,  fino a 1700 m s.l.m. Predilige i boschi radi, il margine dei sentieri, i cespuglieti, con suolo umido.

banner meteofunghi