www.meteofunghi.it

Helleborus foetidus    L.    -    Famiglia delle Ranunculaceae

L'"elleboro puzzolente" (Helleborus foetidus) è una pianta perenne (con gemme svernanti poste ad un'altezza dal suolo tra 2 e 30 cm) a base legnosa, alta fino a 70 cm e con diametro fino ad un metro. Ha grosse radici scure e fusto eretto (la base è strisciante) ricoperto da guaine triangolari, residui delle foglie cadute.

Le foglie, tutte cauline, di questa pianta, sono persistenti e di colore verde scuro. Le inferiori, lungamente picciolate, sono completamente divise in 7-11 segmenti lanceolato-lineari (lunghi fino a 17 cm e larghi fino ad 1,6 cm), leggermente ricurvi e a bordo seghettato; le superiori sono intere e con aspetto di brattee.

Da gennaio ad aprile produce infiorescenze composte da 3-15 fiori campanulati, penduli, formati da:
5 tepali conniventi, obovati, di un verde più chiaro rispetto a quello delle foglie inferiori, con bordo autoricoprente e di colore violetto purpureo;
numerosi stami a disposizione spiralata, bilobi e di colore giallognolo;
3-7 carpelli sessili a disposizione spiralata, con ovario supero.

I frutti di questo elleboro sono follicoli coriacei (lunghi fino a 3 cm), connati alla base, con appendice (rostro) quasi uncinata, contenenti semi rugolosi, oblungo-elissoidali, di colore nero brillante.

Presente in quasi tutte le regioni italiane (assente nel Friuli V.G. e nelle Isole), in genere fino a 1000 m s.l.m, vive in mezz'ombra, al margine dei boschi, in boschi cedui ed in zone sassose e cespugliose.

È una pianta tossica.









banner meteofunghi