www.meteofunghi.it

Hyoscyamus niger    L.    -    Famiglia delle Solanaceae

Hyoscyamus niger ("giusquiamo") è una pianta erbacea annuale o bienne, di odore acre e sgradevole, ricoperta di peli vischiosi, setosi e bianchi, alta fino a 80 cm, con un fusto eretto, fragile, generalmente ramoso e robusto, perlomeno negli esemplari bienni.

Ha foglie alterne, piuttosto molli, più scure nella pagina superiore; le inferiori lunghe fino a 12 cm, con margine sinuoso e piccoli denti, di norma lungamente picciolate, le superiori sessili amplessicauli, di dimensioni inferiori, con grossi denti.

Le infiorescenze racemose sono formate da grandi fiori ascellari sub-sessili che sbocciano durante l'estate, prevalentemente alla sommità del fusto.
I fiori hanno una corolla con petali fusi a forma di imbuto a 5 lobi, lunga quasi il doppio del calice, internamente giallo chiaro con reticolatura violetta e fauce di colore rosso vinoso scuro.
Anche il calice è formato da sepali fortemente venati e fusi a formare un tubo con 5 denti acuti; alla fruttificazione è rigonfio alla base e i denti diventano rigidi.
Il pistillo è lungo quasi quanto gli stami. L'ovario è biloculare.

I frutti sono capsule contenenti numerosi semi reniformi brunicci nascosti dai sepali. Si aprono grazie ad un opercolo alla sommità.

Presente in tutte le regioni italiane, il "giusquiamo" cresce nelle zone ruderali, in terreno mosso e ricco di azoto, fino 1600 m s.l.m.

È una pianta officinale, tossica.
Contiene gli alcaloidi: giusquiamina, scopolamina e atropina. Sintomi caratteristici di avvelenamento da H, niger sono: disturbi visivi, delirio e convulsioni che possono condurre al coma e alla morte.
Nell'antichità era utilizzata come "pianta magica", per le sue proprietà allucinogene.

banner meteofunghi