www.meteofunghi.it

Lamium bifidum    Cirillo    -    Famiglia delle Lamiaceae

Lamium bifidum è una pianta erbacea annuale, alta fino a 40 cm, generalmente ramificata dalla base, con rami laterali prostrato-diffusi e fusto centrale eretto; i fusti, quadrangolari, sono spesso arrossati, specialmente verso la base.

Ha foglie opposte, con picciolo lungo circa 1 cm e lamina (larga fino a 2 cm e lunga fino a 4 cm) pubescente, di forma trinagolare-ovata, acuminata, irregolarmente e profondamente dentata o partita, a base cordata o troncata. Hanno nervature reticolate ed una banda argenteo-biancastra presso la nervatura centrale.

In primavera emette, all'ascella delle foglie bratteali (incise irregolarmente), densi verticillastri di fiori formati da:
una corolla bianca, con tubo diritto (lungo circa 13 mm), labbro inferiore (lungo circa 5,5 mm) bilobato (in genere presenta qualche macchiolina rossiccia), con lobi laterali molto piccoli o assenti, labbro superiore (lungo circa 7 mm) profondamente bifido, superiormente irsuto e con lobi generalmente retroflessi;
un calice con 5 deboli venature e tubo peloso, lungo circa 4,5 mm, dotato di denti (più o meno patenti) lunghi circa 3,5 mm;
4 stami, di cui 2 più lunghi e 2 più corti (stami didinami, tipici delle Lamiaceae), con antere dotate di peli biancastri;
ovario supero.

Il frutto di questo Lamium è un tetrachenio, a nucule trigone, troncate all'apice.

Presente nella maggior parte delle regioni italiane (assente nel Triveneto, nella Valle d'Aosta e nel Piemonte), vive negli incolti, in boschi umidi e negli orti, fino a 1200 m s.l.m.

banner meteofunghi