www.meteofunghi.it

Leontodon crispus    Vill.    -    Famiglia delle Asteraceae

Il "dente di leone crespo" (Leontodon crispus) è una pianta perenne, alta fino a 40 cm, molto pelosa (con peli 3-5 stellati), a radice fittonante verticale e con diversi fusti fioriferi eretti, rigidi, sottili, generalmente un po' ingrossati in alto.

Ha foglie esclusivamente basali in rosetta, grigio-verdi, lungamente picciolate, oblungo-lanceolate, crespato-ondulate, larghe fino ad 1 cm (più strette verso il picciolo), lunghe fino a 20 cm.

Da aprile a giugno emette sottili capolini (inclinati quando i fiori sono ancora chiusi), dotati di involucro (di circa 1,4 cm) a squame ispide, triangolari verso l'esterno, lineari-lanceolate all'interno.
I fiori, esclusivamente ligulati, sono di colore giallo, talvolta esternamente arrossati.

I frutti di questa pianta sono acheni ad apice ristretto, con pappo grigiastro costituito da setole pennate.

Presente in tutte le regioni continentali italiane, fino a 1300 m s.l.m., vive in luoghi sassosi o rocciosi, prevalentemente calcarei.

È una pianta commestibile. Le foglie, raccolte prima dello sviluppo dei fiori, si possono consumare sbollentate o passate in padella, le più tenere anche crude in misticanze.

banner meteofunghi