www.meteofunghi.it

Malva moschata    L.    -    Famiglia delle Malvaceae

È una pianta erbacea perenne, alta fino a 50 cm, con fusto eretto, ispido in alto.

Le foglie di questa malva sono spiralate, con stipole basali.
Le foglie basali, dotate di un picciolo lungo 3-8 cm, hanno una lamina grossolanamente lobata con denti arrotondati, del diametro di 5-6 cm; le cauline sono divise in 5-7 segmenti a loro volta divisi fino alla base in lacinie larghe 1-4 cm, spesso ripiegate su se stesse.

I fiori, terminali o all'ascella delle foglie, raccolti a gruppi di 2-7 elementi, talvolta solitari, hanno 5 petali roseo violetti (raramente bianchi) a bordo smarginato, lunghi 2-2,5 cm.
Il calice è composto da 5 sepali ovati, lunghi circa 1 cm e da 3 segmenti dell'epicalice, liberi, lanceolato-lineari e molto più stretti dei sepali.
Hanno 5 carpelli formanti un ovario supero e numerosi stami concresciuti in un tubo avvolgente lo stilo.
Fiorisce da giugno a settembre.

Il frutto è uno schizocarpo a forma di disco, del diametro di 3-6 mm, costituito da 12-16 mericarpi coperti di peli biancastri, ognuno contenente un unico seme nero piuttosto piccolo.

Presente in quasi tutte le regioni italiane (assente nel Friuli Venezia Giulia, in Sardegna e Lombardia), vive nelle radure dei boschi, nei prati e negli incolti, fino a 1500 m s.l.m.

È una pianta commestibile ed officinale.
Le foglie giovani si possono consumare lessate; i fiori si possono utilizzare nelle insalate.

banner meteofunghi