www.meteofunghi.it

Ophrys crabronifera    Mauri    -    Famiglia delle Orchidaceae

È un'orchidea con fusto eretto e robusto, alta fino a 60 cm.
L'epiteto specifico si riferisce al particolare aspetto del labello che imita l'addome del calabrone (Vespa crabro).

Ha foglie basali oblungo-lanceolate e foglie cauline lanceolate, erette, guainanti il fusto.

La spiga fiorale, generalmente rada, porta 2-8 fiori piuttosto grandi, che si aprono in aprile-maggio, provvisti di brattee lanceolate, acute e leggermente concave, più corte dei fiori.
Il perianzio ha sepali ovato-oblunghi, bianchi o rosei, con una linea centrale verdastra; i sepali laterali sono divergenti, il mediano è piegato leggermente all'indietro. Ha petali lineari, attenuati all'apice o triangolari, lunghi la metà dei sepali e di colore rosa o bianco (raramente verdastro). È dotato di un grande labello convesso, tomentoso al margine, con minute gibbosità basali (talvolta assenti), di colore rosso bruno, bruno scuro, con macula centrale lucida bluastra ridotta a due gocce o losanghe spesso collegate tra loro a ferro di cavallo o ad U; l'apicolo, triangolare o tridentato, verde-giallastro, è rivolto in avanti ed in basso.
Il ginostemio ha un apice corto ed ottuso.

Orchidea piuttosto rara ed endemica dell'Italia centrale e della Penisola Sorrentina, vive nei prati e nelle garighe, su substrati calcarei, fino a 1000 m s.l.m.

banner meteofunghi