www.meteofunghi.it

Ranunculus ficaria    L.    -    Famiglia delle Ranunculaceae

Ranunculus ficaria ("flavagello") è una pianta erbacea perenne, alta fino a 30 cm, con piccoli tuberi radicali bianchi e fusiformi, da cui ogni anno nascono fiori e foglie.
Ha un fusto cavo, ascendente o prostrato, con nodi radicanti e piccoli bulbilli all'ascella delle foglie.

Le foglie di questa pianta, cuoriformi o reniformi, lucide e subcarnose, di colore verde scuro, sono portate da lunghi piccioli slargati alla base. A volte presentano una maculatura chiara tra le nervature principali, oppure una macchia brunastra al centro.

Fiorisce da gennaio a maggio.
I fiori, solitari su lunghi peduncoli collocati all'ascella delle foglie, hanno una corolla dialipetala di colore giallo lucente, generalmente con 8-11 petali, da ellittici-obovati ad ovati (o oblunghi), alla base dei quali è collocata una squama nettarifera di colore dorato. Hanno un calice a 3-4 sepali bianco verdastri, patenti e con ricettacolo pubescente, un numero elevato di stami con antere gialle ed un gineceo costituito da numerosi carpelli non saldati tra loro (apocarpico).

Il frutto è costituito da 4-6 acheni (poliachenio) con un becco minuto, pubescenti o irsuti, lunghi circa 2,5 mm, contenenti un seme ciascuno.

Presente in tutte le regioni italiane, vive nei boschi, in prati umidi, nei fossi e nei giardini, fino a 1700 m s.l.m.

Il "flavagello" è una pianta officinale, tossica dopo la fioritura.
Le giovani foglie possono essere utilizzate cotte insieme ad altre verdure.
Anche i tubercoli radicali si possono mangiare, dopo prolungata cottura, conditi con olio e sale.

banner meteofunghi