www.meteofunghi.it

Viburnum lantana    L.    -    Famiglia delle Caprifoliaceae

La lantana conferisce vivacità al paesaggio nel periodo della fioritura; molto belle sono anche le infruttescenze immature, di un bel rosso vivo, nonché le foglie nel periodo autunnale quando assumono colorazioni rossastre variegate.

V. lantana è un arbusto spogliante, frondoso, alto fino a 5 m, con fusti legnosi dalla corteccia bruno rosea e rami molto sottili e flessibili, pubescenti da giovani per la presenza di peli stellati e squame.
Ha gemme opposte, bianche, tomentose; corte e coniche all'estremità dei ramoscelli dell'annata quelle floreali, a forma di clava e dentate quelle frondose.

Le foglie del Viburnum lantana sono semplici ed opposte, con un picciolo arcuato lungo circa 1 cm. Hanno una lamina ovale o ellittica larga 4-6 cm e lunga 6-12 cm, ottusa, dentellata, verde scuro e subglabra sulla pagina superiore, ruvida e pubescente su quella inferiore che è percorsa da una nervatura rilevata.

I fiori, ermafroditi, odorosi, disposti in cime corimbose del diametro di 10 cm circa, portati da piccoli peduncoli grigio verdi all'ascella di sottili brattee, si aprono nella seconda metà della primavera.
Possiedono una corolla bianca (talvolta arrossata nel boccio) di 6-8 cm, campanulata, a forma d'imbuto, divisa in 5 punte ovali.
Hanno 5 stami con filetti bianchi e antere gialle.

I frutti (drupe), di forma ovale schiacciata, larghi circa 5 mm e lunghi 6-9 mm, inizialmente verdi, a maturità rosso vivo e nero lucidi, contengono un seme piatto e marrone.

In Italia è presente al Centro-Nord ed in Campania. Vegeta nei boschi caducifogli termofili ed ai loro margini, nelle siepi e negli arbusteti, fino a 1400 m.

È una pianta officinale tossica.

banner meteofunghi