www.meteofunghi.it

Agrocybe praecox    (Pers.) Fayod

L'epiteto specifico (latino praecox) allude all'apparizione precoce, primaverile, di questo fungo, che è abbastanza comune soprattutto in luoghi erbosi.
È simile l'A. molesta, di taglia maggiore e con la cuticola generalmente screpolata in areole.

Ha un cappello di piccole-medie dimensioni (fino a 8 cm di diametro), inizialmente convesso poi appianato, con umbone ottuso più o meno evidente, margine regolare frequentemente appendicolato da residui del velo parziale, cuticola liscia, nocciola tendente col tempo al giallo crema, molto più chiara nel fungo maturo specialmente con clima asciutto.
Il gambo slanciato, con base bulbosa, di questa Agrocybe, alto fino a 10 cm, leggermente fibrilloso longitudinalmente e concolore al cappello, è cavo a maturità. Porta un anello bianco (colorato superiormente dalla caduta delle spore a maturità), membranoso, rivolto verso l'alto, presto caduco, posto in alto.
Possiede delle lamelle abbastanza fitte e larghe, adnato-annesse al gambo, inizialmente grigio biancastre, bianco sporco, poi del colore delle spore.
La carne biancastra (lievemente scura nel gambo) di questo fungo è sottile ed un po' molle nel cappello, fibrosa nel gambo; emana un odore farinoso ed ha sapore amarognolo.
Cresce, dalla primavera all'inizio dell'estate, nei boschi radi, nelle radure dei boschi, nei prati e nei giardini.
È un fungo di scarso valore alimentare.

banner meteofunghi