www.meteofunghi.it

Amanita citrina    Pers.

Il cappello di questa elegante Amanita ha un diametro che può raggiungere i 10 cm. Inizialmente emisferico globoso, appianato a maturità, ha una cuticola liscia, untuosa, di colore giallo citrino (tendente al bianco nella var. alba), talvolta con sfumature verdastre, quasi sempre cosparsa di placche del velo generale biancastre o ocra chiaro.
Ha un gambo frequentemente slanciato, lungo fino a 12 cm, bianco con sfumature giallognole, leggermente fibrilloso e con superficie forforacea, rastremato verso l'alto, terminante in un grosso bulbo arrotondato smarginato, avvolto da una volva circoncisa che tende a macchiarsi di bruno. Il gambo è dotato di un ampio anello pendulo, membranoso, giallastro.
Le lamelle biancastre dell'A. citrina sono fitte e libere al gambo.
La carne è bianca, molliccia nel cappello, fibrosa nel gambo, con caratteristico odore di ravanello o di rapa e sapore poco gradevole.
È molto frequente nei boschi dall'estate all'inizio dell'inverno.
Non è commestibile a causa del cattivo sapore/odore, perché lievemente tossica e per la pericolosa somiglianza con la mortale Amanita phalloides.

banner meteofunghi