www.meteofunghi.it

Amanita muscaria    (L.) Lam.

Questa Amanita si può considerare la "regina dei boschi" per le sue dimensioni, il numero notevole di esemplari presenti nel bosco al momento della sua fruttificazione, per il bellissimo cappello rosso punteggiato di verruche bianche e per l'elegante anello a gonnella che orna il gambo. È forse il fungo più conosciuto, per la sua diffusione, la sua bellezza e, soprattutto, perché spesso disegnato nei libri di fiabe.
L'epiteto specifico si riferisce all'antico utilizzo di questo fungo velenoso come moschicida.

Il cappello dell'A. muscaria può raggiungere i 20 cm di diametro; inizialmente globoso, poi emisferico, infine disteso, talvolta con lieve depressione centrale, ha il margine generalmente un po' striato. La cuticola, asportabile, brillante, vischiosa con tempo umido, è di colore rosso, rosso arancio, rosso scuro, ricoperta di verruche bianche piramidali concentriche.
Il gambo, generalmente cilindrico e molto slanciato, alto fino a 25 cm, dapprima pieno, poi midolloso e quasi cavo, ha una base bulbosa ornata da una volva dissociata in cerchi concentrici di verruche bianche. La superficie bianca, è fioccosa nel giovane, poi quasi liscia. È dotato di un ampio anello membranoso a gonnella, striato sulla faccia superiore, bianco, orlato da fioccosità giallastre.
Le lamelle, libere al gambo, alte e serrate, con il filo finemente fioccoso, sono bianche, raramente giallo chiaro.
Possiede una carne soda, bianca, sfumata di rosso arancio sotto la cuticola del cappello, inodore e con debole sapore dolciastro.
Cresce nei boschi, prevalentemente su suolo acido, generalmente in estate-autunno, anche all'inizio dell'inverno in ambiente mediterraneo.
È un fungo velenoso.

banner meteofunghi