www.meteofunghi.it

Coprinopsis atramentaria    (Bull.) Redhead, Vilgalys & Moncalvo

Coprinacee simili sono:
Coprinopsis romagnesiana (Singer) Redhead, Vilgalys & Moncalvo, ornato sulla superficie del cappello e sul gambo da squamette bruno-arancio, che formano una zona pseudo anulare sul gambo.
Coprinopsis insignis (Peck) Redhead, Vilgalys & Moncalvo, crescente in ambiente mediterraneo, a cappello fibrilloso-peloso con una zona brunastra al disco e con gambo un po' fioccoso su tutta la superficie.
Coprinopsis acuminata  (Romagn.) Redhead, Vilgalys & Moncalvo, che si distingue per le dimensioni un po' inferiori e per il cappello striato dal margine fino quasi al centro e con disco centrale più scuro.

Il cappello, prima ovoidale poi campanulato compresso, infine quasi completamente aperto, ha un diametro massimo di 9 cm; è poco carnoso, di colore grigio-brunastro, più scuro verso il centro e dotato di una forfora micacea fugace. Il margine ha fini e fitte striature radiali e tende a fessurarsi ed a liquefarsi a maturità (deliquescenza).
Ha un gambo bianco, alto fino a 13 cm, cilindrico, cavo, un po’ pruinoso nel giovane e liscio nell’adulto, con zona pseudo anulare formata da un ispessimento della corteccia nella zona basale.
Le lamelle, prima fitte e bianche, poi larghe e brune, infine nerastre, sono deliquescenti.
La carne di questa coprinacea, molto esigua e di colore biancastro, tenera nel cappello e fragile nel gambo, ha un debole sapore dolciastro ed è pressoché inodore.
Fungo saprofita, cresce in gruppi nei boschi, spesso anche nei prati presso vecchie ceppaie isolate o su residui legnosi interrati, generalmente in primavera e in autunno.
Se ne sconsiglia il consumo. Se la sua ingestione è abbinata a quella di sostanze alcoliche provoca la sindrome coprinica (“effetto antabuse”), con disturbi intestinali e cardiovascolari, nausea e mal di testa.

banner meteofunghi