www.meteofunghi.it

Cortinarius infractus    (Pers.) Fr.

Il cappello del Cortinarius infractus può raggiungere i 10 cm di diametro; inizialmente sub-emisferico o convesso con bordo involuto, tende rapidamente a diventare più o meno appianato con largo umbone e bordo dritto, un po' ondulato. È provvisto di una cuticola facilmente asportabile, lucida e vischiosa a tempo umido, brillante a tempo secco, piuttosto scura (grigio bruno, ocra bruno) con sfumature olivastre, ornata da numerose fibrille innate, radiali, nere.
Il gambo, alto fino a 10 cm, cilindrico, sodo e fibrilloso, è quasi concolore al cappello, ma più chiaro verso il basso.
Possiede lamelle abbastanza fitte, adnate, smarginate, di colore grigio brunastro, talvolta sfumato di olivastro, con filo più chiaro e dentellato.
Ha una carne soda, ocra chiaro o biancastra, olivastra sotto la cuticola e nella corteccia del gambo, di sapore piuttosto amaro ed emanante un odore di carciofo o di patata cruda.
Con gli alcali la cuticola del cappello si colora di grigio bluastro tendente a poi al bruno; la reazione della carne e subnulla.
Cresce nei boschi in autunno; è più comune sotto querce spoglianti e sempreverdi in ambiente mediterraneo.
È un fungo non commestibile.

banner meteofunghi