www.meteofunghi.it

Cortinarius suaveolens    Bat. & Joachim

Questo bel cortinario, appartenente al sottogenere Phlegmacium, è l'unico ad avere, all'interno della Sezione Calochroi,  odore di fiori d'arancio. L'epiteto specifico (latino suavis + olens = "dall'odore soave") si riferisce infatti al particolarissimo, gradevole odore di questo fungo.

Il cappello del Cortinarius suaveolens può raggiungere gli 8 cm di diametro; inizialmente emisferico, poi disteso, è dotato di una cuticola separabile, di sapore dolce, vischiosa a tempo umido, brillante con tempo secco, di colore lilla ametista sul bordo, altrove giallo ocraceo o caffelatte, a volte con macchie giallo fulve, virante al brunastro con KOH.
Il gambo, alto fino ad 10 cm, abbastanza robusto, dotato di fibrille longitudinali e con bulbo basale nettamente marginato, è di colore prevalentemente lilla ametista (il bordo del bulbo è biancastro), ma tende gradualmente ad assumere colorazioni ocracee ad iniziare dalla base.
Ha lamelle piuttosto fitte, adnato-smarginate, con filo  un po' seghettato, di colore lilla ametista, tendente gradualmente al brunastro.
La carne biancastra, sfumata di lilla, di questo cortinario emana un gradevole odore di fiori d'arancio o di saponetta profumata. Non manifesta alcun viraggio con KOH.
Cresce nei boschi di latifoglie, in autunno.
È un fungo non commestibile.

banner meteofunghi