www.meteofunghi.it

Gymnopus hariolorum    (Bull.) Antonín, Halling & Noordel.

È un fungo piuttosto comune nelle faggete dove cresce gregario, apparentemente cespitoso.
Assomiglia al Gymnopus dryophilus che non emana il caratteristico odore nauseabondo di cavolo marcio del G. hariolorum. Ha un odore simile il G. brassicolens che ha il gambo rosso in alto e nero in basso.

Ha un cappello relativamente piccolo (diametro fino a 5 cm) da emisferico a convesso nel giovane, più o meno spianato (anche depresso) a maturazione con accenno di umbone, leggermente striato al margine con tempo umido, da biancastro a bruno carnicino pallido a chiazze acquose.
Il gambo, alto fino a 6 cm, un po' clavato, ingrossato alla base, che è ornata di peli bianchi irsuti, è superiormente rastremato, glabro, biancastro; verso il basso è slavato di rosa marrone.
Le lamelle sono sottili, strette, prima annesse al gambo, poi libere, biancastre.
Ha una carne sottile, biancastra, con odore di cavolo marcio e sapore leggermente rafanoide allappante.
Cresce prevalentemente su lettiera di latifoglie, soprattutto nelle faggete, dalla tarda primavera all'inizio dell'autunno.
Non è commestibile.

banner meteofunghi