www.meteofunghi.it

Lactarius ilicis    Sarnari

Il cappello del L. ilicis può raggiungere i 7 cm di diametro; inizialmente convesso-appianato con margine leggermente involuto, poi  depresso fino ad imbutiforme, con margine disteso, sottile, ondulato-lobato, talvolta un po' scanalato, ha una cuticola separabile, lucida, un po' viscosa con tempo umido, di colore grigio-marrone chiaro, beige, anche con macchie o zonature leggermente più scure specialmente alla periferia.
È dotato di un corto gambo alto fino a 4 cm, cilindrico, un po' ricurvo, ristretto alla base, cavo nel fungo maturo, a superficie ruvida, biancastra, con macule ocra chiaro.
Ha lamelle adnato-decorrenti e forcate anastomosate al gambo, sottili e strette,  di colore crema chiaro, beige chiaro.
Possiede un carne soda e compatta, bianco crema con riflessi rosati, di sapore acre e con odore non gradevole, complesso, di cera e candeggina.
Il latice di questo Lactarius, acre e bianco, immutabile se isolato, vira sulle lamelle al grigio rosa, poi al bruno verdastro.
Cresce, dall'autunno all'inizio dell'inverno, nei boschi di quercia mediterranei, in modo particolare sotto querce sempreverdi.
Non è commestibile.

banner meteofunghi