www.meteofunghi.it

Leccinum aurantiacum    (Bull.) Gray

I cosiddetti "porcinelli rossi" comprendono diverse specie con caratteristiche simili che si distinguono difficilmente l'una dall'altra; le distinzioni sono spesso determinate dall'habitat. L. aurantiacum cresce sotto pioppi e querce (L. quercinum è ora considerato una varietà del L. aurantiacum), L. piceinum sotto abete rosso (Picea excelsa), L. versipelle sotto betulla.

Il cappello del Leccinum aurantiacum è piuttosto grande, può raggiungere i 20 cm di diametro. Inizialmente quasi sferico e racchiuso attorno al gambo, disteso guancialiforme a maturità, è carnoso e sodo nel giovane, poi piuttosto molle; ha una cuticola debordante, rosso arancio opaco, untuosa con tempo umido.
Il gambo di questo "porcinello rosso", piuttosto slanciato, può raggiungere i 30 cm di lunghezza; è sub-cilindrico, bianco, talvolta con sfumature bluastre alla base, cosparso di squame che virano al brunastro nel fungo maturo. Si colora di bruno allo sfregamento.
I sottili tubuli di questo Leccinum, sono molto lunghi a maturità e si staccano facilmente dal cappello. I pori sono piccoli e tondeggianti. Tubuli e pori, inizialmente biancastri, tendono a diventare grigiastri; si macchiano di bruno alla pressione.
Ha una carne tenera nel cappello, soda e fibrosa nel gambo, bianca virante al bruno alla rottura, con debole odore fungino e sapore dolciastro.
Cresce sotto pioppi e querce dall'estate al tardo autunno.
È commestibile dopo adeguata cottura (è bene scartare il gambo).

banner meteofunghi