www.meteofunghi.it

Leccinum pseudoscabrum    (Kallenb.) Šutara

Il cappello di questo Leccinum è, di norma, relativamente piccolo ma, occasionalmente, può raggiungere i 14 cm di diametro; emisferico con margine eccedente da giovane, diventa convesso guancialiforme a maturità, con superficie piuttosto corrugata, ricca di grinzosità e avvallamenti. La cuticola è viscida con tempo umido, screpolata con tempo secco, di colore ocra brunastro, bruno giallastro.
Il gambo, tipicamente decorato da granulazione nerastra, abbastanza slanciato, può raggiungere i 15 cm di lunghezza; è un po' ingrossato in basso e con una colorazione di fondo grigio chiaro.
Ha tubuli piuttosto lunghi, arrotondati al gambo; pori piccoli. Tubuli e pori sono bianco grigiastri nel giovane, giallo grigiastri nel fungo maturo.
La carne, coriacea e fibrosa nel gambo, presto molle nel cappello, biancastra, alla contusione o al taglio vira al rosa sporco, poi al grigio violaceo, quindi al nerastro. Emana un odore molto debole ed ha sapore dolciastro.
Cresce nei boschi di latifoglia, soprattutto presso carpini, ed è più frequente in ambiente mediterraneo.
È commestibile; si consiglia di scartare il gambo.

banner meteofunghi