www.meteofunghi.it

Parasola conopilus    (Fr.) Örstadius & E. Larss.

Questo grazioso funghetto, che capita spesso di incontrare in numerosi esemplari ai margini dei sentieri, specialmente nei boschi dell'areale mediterraneo, ha un cappello conico campanulato, paraboloide, liscio, con un diametro di 4-5 cm. Trattandosi di un cappello fortemente igrofano, ha colori molto variabili a seconda del contenuto di acqua; generalmente di colore bruno rossastro, castano scuro, grigio brunastro, lungamente rigato per trasparenza al bordo, con tempo asciutto sviluppa, al centro, un'area molto più chiara, beige, che tende ad estendersi gradualmente all'intero cappello facendo scomparire le caratteristiche rigature.
Il gambo, alto e slanciato, può superare i 15 cm di lunghezza; è sottile, cavo, liscio, leggermente pruinoso in alto, di colore biancastro ed avvolto alla base da irti peli miceliari bianchi.
Le lamelle, annesse al gambo e abbastanza fitte, sono bruno-rugginose con sfumatura porpora a maturità, più chiare sul filo.
Ha una carne esigua, fragile e biancastra, priva di odore e sapore.
Cresce copioso, in autunno ed all'inizio dell'inverno, soprattutto nei boschi xerofili in presenza di abbondanti residui legnosi.
È un fungo non commestibile.

banner meteofunghi