www.meteofunghi.it

Pleurotus ostreatus    (Jacq.) P. Kumm.

Abbastanza comune in natura d'inverno, stagione poco favorevole alla fruttificazione della maggior parte dei funghi, è anche tra i funghi più coltivati e lo si può trovare in ogni punto vendita di frutta e verdura.
Pleurotus columbinus
Quél., considerato anche come varietà del P. ostreratus, ha un cappello di colore più scuro con sfumatura azzurrognola e cresce su legno di conifere.

Il cappello del P. ostreratus, di forma piuttosto variabile, ma più frequentemente di conchiglia con margine involuto e ondulato in fase giovanile, di ventaglio con margine frequentemente fessurato a maturità, depresso all'inserzione del gambo, può raggiungere il diametro di 15 cm; è provvisto di una cuticola decorata da minute fibrille innate, liscia, di colore grigio brunastro, tendente gradualmente all'avorio.
Ha un gambo biancastro, generalmente non molto sviluppato e tozzo (talvolta assente), lungo fino a 5 cm, eccentrico o laterale, spesso congiunto alla base ad altri esemplari.
Le lamelle, decorrenti sul gambo, forcate ed abbastanza fitte, sono biancastre, a volte leggermente grigiastre.
La carne, bianca, tenace soprattutto nel gambo, in modo particolare nel fungo maturo, ha sapore dolciastro ed emana un debole odore fungino.
Cresce su tronchi di latifoglie dal tardo autunno all'inverno.
È un buon commestibile.

banner meteofunghi