www.meteofunghi.it

Rubroboletus satanas    (Lenz) Blanco-Dios

Il cappello di questa grande boletacea può talvolta superare i 30 cm di diametro; è dapprima sferico, poi convesso a margine ondulato ed irregolare. Ha un cuticola inizialmente vellutata, poi glabra, di colore generalmente biancastro o caffellatte chiaro, talvolta grigio chiaro con riflessi ocraceo-olivastri, anche con sfumature rosate specialmente al margine del cappello.
Il gambo, piuttosto tozzo soprattutto nel giovane, alto 5-15 cm e largo fino a 10 cm, è inizialmente obeso, poi allungato a forma di pera; ha una superficie gialla nella porzione superiore, rosso porpora o rosso violacea chiaro nella parte centrale, giallo rossastra alla base, con un fine reticolo nei 2/3 superiori.
I tubuli, liberi o arrotondati al gambo, piuttosto lunghi specialmente nella porzione mediana, sono giallini nel giovane, poi si colorano di olivastro; virano all'azzurro-blu al taglio. Terminano in piccoli pori rotondi, gialli, ma presto rosso arancio, viranti al blu allo sfregamento.
Possiede una carne soda e compatta nel giovane, poi molliccia, biancastra zonata di giallastro; alla sezione assume lentamente una colorazione azzurro chiaro più evidente all'attaccatura del cappello sul gambo. Ha sapore dolciastro ed emana uno sgradevole odore cadaverico a maturità.
Cresce, dalla seconda metà dell'estate all'inizio dell'autunno, nei boschi caldi di latifoglie, generalmente su suolo calcareo.
È un fungo tossico.

banner meteofunghi