www.meteofunghi.it

Russula amoenicolor    Romagn.

Appartiene al sottogenere Amoenula Sarnari che comprende specie caratterizzate da taglia media o piccola, superficie vellutata, cuticola di colore prevalentemente violetto o rosso porpora, talvolta giallo o bruno olivastro, gambo macchiato di rosa o di rosso, sporata fra ocra chiaro e crema, sapore dolce e odore molto caratteristico di topinambur o gamberetti cotti.
R. amoenicolor si distingue dalle altre russule appartenenti allo stesso sottogenere per l'habitat (boschi mediterranei di querce, in modo particolare leccete e sugherete), la reazione brunastra con il fenolo e per gli enormi peli cistidioformi facciali.

Il cappello carnoso ed abbastanza rigido di questa bella russula raggiunge i 10 cm di diametro; inizialmente subgloboso e leggermente incavato al centro, poi crateriforme, a volte irregolare ed asimmetrico, è rivestito da una cuticola molto vellutata, frequentemente pruinosa al centro, asportabile fino a quasi metà raggio, di colore porpora violaceo scuro, bruno vinoso (talvolta quasi totalmente brunastro), lilacino, rosso porpora, a volte variegata di bruno, violetto e verde, molto raramente completamente verde oliva (fo. olivacea).
Ha un gambo internamente farcito e spugnoso a maturità, generalmente corto e robusto, alto fino a 7 cm, un po' svasato in alto e leggermente attenuato in basso, a superficie vellutata, colorata totalmente o in parte di rosso carminio, raramente quasi completamente bianca.
Questa russula è dotata di lamelle poco fragili e leggermente lardacee (perlomeno nel fungo giovane), intervenate, bianche in gioventù, crema a maturità, anche bordate di rosso porpora.
Ha una carne abbastanza spessa, bianca, di sapore dolce ed emanante un odore di topinambur cotti.
Produce una sporata crema carico.
Cresce in estate-autunno, sotto querce spoglianti e sempreverdi, in ambiente mediterraneo.
È un fungo commestibile.

banner meteofunghi