www.meteofunghi.it

Suillus luteus    (L.) Roussel

Il cappello di questa bella boletacea, la migliore dal punto di vista del consumo tra le specie fungine denominate volgarmente "pinaroli" o "pinaioli", raggiunge i 12 cm di diametro; inizialmente emisferico, poi convesso pianeggiante, talvolta largamente umbonato, ha il margine regolare che può conservare residui di velo. La cuticola, spessa e facilmente separabile, di colore marrone scuro, bruno rossiccio, è coperta da uno strato glutinoso, con riflessi violacei specialmente a tempo umido.
Il gambo, alto fino a 12 cm, è pieno, sodo, cilindrico, con una superficie giallo pallido punteggiata da granulazioni brunicce al disopra dell'anello, brunastra al disotto. È provvisto di un anello inizialmente bianco e membranoso, poi ridotto a lembi anelliformi bruno violacei.
I tubuli, adnati. mediamente lunghi, gialli, terminano in piccoli pori, gialli nel giovane, un po' scuri nell'adulto.
Possiede una carne tenera, giallina, priva di odore e sapore.
Cresce nelle pinete, dalla tarda primavera all'autunno inoltrato.
È un fungo commestibile.

banner meteofunghi