www.meteofunghi.it

Tricholoma evenosum    (Sacc.) Rea

Il cappello del T. evenosum può raggiungere i 15 cm di diametro; inizialmente convesso campanulato con margine involuto, tende a diventare appianato depresso, con umbone centrale e margine sottile e frequentemente ondulato. La cuticola, asportabile, liscia, traslucida con tempo umido, spesso lacerata o screpolata concentricamente, è biancastra nel giovane, assume poi un colore avorio crema con il centro più scuro.
Il gambo, piuttosto slanciato, cilindrico o leggermente ingrossato alla base, lievemente svasato in prossimità del cappello, è lungo fino a 15 cm. Ha una superficie biancastra, con fibrille longitudinali, un po' pruinosa forforacea in alto.
Le lamelle, molto fitte, uncinate al gambo, arcuate, mediamente più alte dello spessore della carne del cappello, sono di colore bianco nel fungo giovane, crema chiaro con sfumature rosate nel fungo maturo.
La carne, tenera nel cappello, tenace e fibrosa nel gambo, inizialmente bianca, tende ad imbrunire con l'età. Ha sapore dolciastro, poi astringente ed emana un caratteristico, intenso, odore un po' sgradevole, tra il farinaceo e l'erbaceo.
Cresce in lunghe file o in "cerchi delle streghe" nei prati montani, prevalentemente in tarda primavera, talvolta anche in estate-autunno.
È un fungo commestibile.

banner meteofunghi