www.meteofunghi.it

Tricholoma sciodes    (Pers.) C. Martín

Può essere confuso con altri tricholomi grigi della Sez. Atrosquamosa Kuehner emend. Bon, comprendente anche specie commestibili conosciute con il nome volgare di "morette" ("gruppo del terreum"). Le "morette tossiche" differiscono per la superficie del cappello liscia e per il gambo più grosso e pieno. T. sciodes si distingue per l'habitat (faggete), la robustezza ed il sapore acre-amarognolo.

Questa "falsa moretta" ha un cappello scarsamente carnoso, il cui diametro può raggiungere i 6 cm, dapprima conico-campanulato, poi disteso con evidente umbone arrotondato, margine eccedente, orlo ondulato e di norma fessurato. Il cappello è rivestito da una cuticola asportabile, asciutta, grigio metallico, grigio ardesia, con numerose fibrille radiali innate che rendono più scura la parte centrale e più chiaro il bordo.
Il gambo, abbastanza rigido, inizialmente pieno e poi fistoloso, alto fino a 10 cm, è cilindrico a superficie liscia, biancastra, forforacea sotto le lamelle e decorata da fibrille grigiastre verso il basso.
Ha lamelle smarginate, piuttosto fitte, ventricose, bianche, poi grigio chiaro, con filo puntinato di nero.
Possiede una carne abbastanza elastica, fibrosa nel gambo, bianca o grigiastra, con sapore amarognolo, un po' acre dopo masticazione, e debole odore erbaceo o di terra.
T. sciodes cresce dalla tarda estate all'autunno nelle faggete su suolo calcareo.
È un fungo tossico.

banner meteofunghi